petsitter del mese di agosto

Silvia, petsitter del mese di Agosto.

Agosto, il caldo, il mare, sembra già tutto un lontano ricordo.

Ma non lo è invece la nostra meravigliosa petsitter del mese!

Impressa infatti nel cuore dei nostri pelosi e dei loro genitori umani, Silvia si è meritata la vittoria per l’ottimo lavoro portato a termine.

Come sempre, ne approfittiamo per farci raccontare un po’ di lei e di cosa la renda così speciale per gli amici a quattrozampe.

 Come è nato il tuo desiderio di diventare pet sitter?

Mi è sempre piaciuta l’idea di potermi occupare di animali… fare la cosa che ti piace e ricevere anche un compenso quando la fai… beh inutile dire che è fantastico!!

petsitter del mese di agosto

Quando ti affidano un animale quali sono le precauzioni che adotti per prendertene cura?

Mi ci dedico con tutta la dolcezza e la pazienza del caso. Con i gatti gioco e con i cagnolini faccio lunghe passeggiate.

Essere una pet sitter di PetMe cosa significa?

Avere la consapevolezza che qualcuno in quel determinato momento ha piena fiducia in te…

Sei stata eletta copetsitter del mese di agostome pet sitter del mese grazie alle ottime recensioni avute dagli utenti. Svelaci il tuo segreto per essere una pet sitter modello.

Non credo ci siano segreti da svelare… penso di essere una persona seria, responsabile; il Petlover ci affida ciò che forse ha di più caro, di questo noi petsitter dobbiamo esserne ben consapevoli.

Ben detto Silvia!

E se anche tu vuoi affidarle il tuo peloso la puoi contattare direttamente qui: http://bit.ly/2w3Ls7o

petsitter del mese di agosto

 

Condividi 🙂
Untitled-design (1)

Come affrontare lo stress da rientro dalle vacanze

Per molti Petlover le vacanze stanno finendo o sono appena giunte al termine. Ma siete pronti ad essere catapultati nuovamente nel solito tran tran quotidiano? Si dice spesso che ci vorrebbe un’altra vacanza per riprendersi dalla vacanza! Niente di più vero. Riprendere le abitudini di sempre è faticoso… e non solo per noi umani!

 Anche gli animali ne possono soffrire

Se avete un peloso, considerate che la sindrome da rientro può colpire entrambi. Come dovrete recuperare voi, anche lui dovrà riadattarsi alla normalità. Se infatti è rimasto a casa, considerate che avrà sentito la vostra mancanza. Mentre se è stato ospite a casa di un petsitter, oltre a dover metabolizzare la momentanea separazione da voi, si sarà dovuto ambientare a nuovi spazi e a nuove persone. Probabilmente avrà anche ricevuto una considerevole quantità di attenzioni: tante coccole, tante passeggiate, tanti momenti di gioco… che voi, anche se lo vorreste, non potrete più garantire essendo al lavoro o comunque fuori di casa tutto il giorno.

Mettetevi quindi il cuore in pace: anche il vostro peloso, come voi, dovrà riadattarsi alle abitudini di sempre: la sveglia che suona presto al mattino, meno attenzioni e momenti di gioco, molte ore da solo…

Si possono far condizionare dal vostro umore

Una volta tornato a casa, il vostro peloso potrebbe continuare a manifestare il suo disappunto per la lontananza e fare quasi l’offeso per il “torto” subìto o qualche piccolo dispetto (per esempio fare la pipì nella valigia che state risistemando). I cani e i gatti poi sono in grado di assorbire i vostri stati d’animo e le vostre emozioni: se da una parte siete felici perché vi siete ricongiunti con il vostro fedele amico, dall’altra potreste essere tesi e nervosi perché le vacanze sono finite e tutto è tornato come prima. E loro lo percepiscono.

come affrontare lo stress da rientro dalle vacanze

 

10 consigli per affrontare lo stress da rientro dalle vacanze

Non ci sono vere e proprie regole per imparare a gestire lo stress da rientro vostro e del vostro peloso, perché ognuno è un caso a sé. Ma ecco comunque alcuni consigli:

  • andate a dormire presto e possibilmente la stessa ora, magari dopo un bagno caldo o aver bevuto una buona tisana;
  • fate movimento per scaricare le tensioni: è sufficiente anche camminare a passo veloce per circa mezz’ora;
  • se state soffrendo il jet lag, potete riconquistare serenità assumendo della melatonina;
  • riprendete le normali attività in modo graduale, anche per quanto riguarda l’uso della tecnologia;
  • seguite una corretta alimentazione, che comprenda tanta frutta, verdura e acqua;
  • lasciate anche al peloso il tempo di cui ha bisogno per riprendere le abitudini di sempre: dovete fargli sentire la vostra presenza, che tutto è tornato come prima, ma senza forzare il normale corso delle cose. Se fa l’offeso, tipico dei gatti, lasciatelo tranquillo: prima o poi gli passerà!
  • abituate il peloso a stare di nuovo da solo in modo graduale, magari contattando un petsitter tramite l?app di Petme! (leggete Cerchi un petsitter? Tutti i buoni motivi per scegliere Petme);
  • non eccedete con troppe moine. Per esempio non esagerate con troppe coccole e attenzioni: potreste mettervi in una posizione di torto, mentre anche lui a modo suo dovrà capire che questi momenti fanno e faranno parte della vostra convivenza;
  • in situazioni più impegnative potete aiutarlo con ferormoni o integratori naturali consigliati dal veterinario;
  • lasciategli giochi o oggetti con cui scaricarsi.

come affrontare lo stress da rientro dalle vacanze

 

Non dimenticatevi poi che c’è sempre Petme!

Anche se oramai le vacanze estive sono solo già un ricordo, non vuol dire che non abbiate più bisogno di un petsitter, che può invece tornare utile per far sentire meno solo l’amico a quattro zampe i primi giorni, per riprendere a gestire l’ordinaria quotidianità (per esempio per le passeggiate quotidiane del vostro cane) e per spezzare la giornata se si sta fuori tutto il giorno per via del lavoro.

Tra i numerosi servizi offerti da Petme c’è per esempio la possibilità di richiedere un petsitter che svolga un servizio di tipo continuativo. E’ possibile infatti prenotare le passeggiate di volta in volta e nella quantità che preferite, di settimana in settimana o di mese in mese. Il calendario della prenotazione permette appunto di selezionare i giorni “a macchia di leopardo”.

Trattandosi di un impegno continuativo, dove a scegliersi saranno il vostro peloso e il petsitter, è importante conoscersi prima senza impegno per essere sereni e procedere con il petsitting in tutta tranquillità. Ci sono già diversi utenti che si sono rivolti a Petme e prenotano regolarmente, per esempio, il servizio continuativo di passeggiata con lo stesso petsitter, oramai diventato uno di famiglia (leggete 4 buoni motivi per cui è importante un pet sitter di fiducia).

Oltre al servizio di passeggiata è inoltre disponibile richiedere anche il servizio di asilo diurno, per chi non vuole che il proprio amore peloso, cane o gatto, resti mai da solo durante il giorno.

E, infine, da non dimenticare e sottovalutare che prenotando attraverso Petme potrete usufruire della copertura veterinaria gratuita (se invece non avete ancora la Polizza Rc scopritene di più su Troppe spese veterinarie o un morso a un estraneo? C’è l’assicurazione per cani e gatti).

E allora, cari Petlover, cosa aspettate a prenotare il vostro petsitter di fiducia anche durante l’anno? Non solo… iniziate a pensare anche ai ponti e alle festività… le richieste stanno già arrivando!

come affrontare lo stress da rientro dalle vacanze

Condividi 🙂
Petsitter_delmese

Tatiana è la petsitter del mese di luglio. Avanti così!

Questo torrido luglio si è chiuso con una vincitrice d’eccezione del premio Petsitter del mese: Tatiana! I gatti la amano, i proprietari pure. Venite a conoscerla su Petme, le abbiamo fatto qualche domanda per voi.

Come è nato il tuo desiderio di diventare pet sitter? 

Il mio desiderio è nato dalla passione e amore per gli animali. Da piccola volevo diventare veterinaria. Gli animali hanno, fin da ragazzina, occupato con gioia la mia vita. Stare senza ora è impossibile, oltre alle mie 2 gatte mi piace circondarmi di pelosi (quasi come uno zoo) .

Quando ti affidano un animale quali sono le precauzioni che adotti per prendertene cura? 

Quando mi affidano un’aPetsitter del mesenimale le precauzioni (oltre quelle di base) le adeguo in base al tipo di animale che ospito. Esempio: se un cane mangiucchia la carta da terra evito in tutti i modi che possa capitare a casa mia ed in passeggiata e quindi faccio molta attenzione.

Essere una pet sitter di PetMe cosa significa?

Essere pet sitter di petme significa avere un valido supporto alle spalle. La copertura veterinaria in primis.

Sei stata eletta come pet sitter del mese grazie alle ottime recensioni avute dagli utenti. Svelaci il tuo segreto per essere una pet sitter modello.  

Fare del proprio meglio sempre. Non prendere l’accudimento degli animali sotto gamba o considerarlo un “lavoretto”. Poi la ricetta che uso non la posso svelare hi hi hi hi … di base è la passione che muove tutto e una buona dose di organizzazione e preparazione che si acquisisce con l’esperienza!

Se volete affidarle il vostro pet, contattatela qui!

Petsitter mese

Condividi 🙂