shutterstock_89003590

Un mese a Natale anche per i nostri pelosi

Un mese esatto al Natale!

Tra qualche settimana le nostre case inizieranno a riempirsi di colori, sapori e profumi. Tra addobbi, albero di Natale e piante vivremo l’atmosfera natalizia, ma attenzione ai nostri pelosi … questa magica atmosfera per loro può diventare un momento di pericolo.

shutterstock_501874480

E’ importante sapere che alcune piante sono molto dannose per la loro salute e per voi, qualche suggerimento, grazie ai consigli di Zoomark, su come vivere al meglio le festività insieme ai vostri amici a quattro zampe.

In casa avete vischio, stella di Natale o un abete? Ecco, queste piante sono la miglior tentazione per i nostri pelosi, che bramano di mordicchiarle e rischiare così un avvelenamento. Evitiamo quindi di sistemarle a portata di muso: abbellire la propria casa senza rischiare la salute del nostro animale.

shutterstock_89003590

Anche la presenza dell’agrifoglio può rappresentare un pericolo sia per i gatti, ma anche per i bambini. Se ci si avvicina troppo alle bacche rosse si può incorrere in vomito, diarrea o depressione. Quindi, se vogliamo l’agrifoglio, posizioniamolo in un posto inaccessibile ai cuccioli di casa.

E se vi regalano la stella di Natale? Un bellissimo pensiero, ma attenzione perchè potrebbe causare irritazioni alla bocca e allo stomaco dei nostri compagni a quattro zampe. Sebbene meno tossica di altre, la stella di Natale è un’altra pianta che consigliamo di sistemare in un posto sicuro.

shutterstock_227962792

Un posto sicuro per le piante significa prevenire malesseri e avvelenamenti ai nostri animali. Sfruttiamo i davanzali, i terrazzi e i balconi: non rinunciamo ad una casa addobbata a festa, ma stiamo sempre attenti ai pericoli che in questa si nascondono.

Vivere serenamente ogni giorno con il vostro peloso significa prestare attenzione e la giusta dose di buon senso alla gestione della casa.

shutterstock_343154102
Pronti al countdown?

Pensate già all’albero da preparare, per i vostri animali sarà un divertimento incredibile cercare di farlo cadere 🙂

terremoto-amatrice-enpa-animali-05

Ancora una volta, animali e terremoto

I fatti tragici del 24 agosto, come un incubo, sono tornati a scuoterci a due mesi di distanza con nuove scosse violentissime di terremoto. Le zone del Centro Italia sono preda di sciami sismici senza sosta e anche questa volta, oltre alle persone, anche gli animali ne pagano le conseguenze.

terremoto-amatriceAttive da subito le unità di soccorso dei volontari dell’Enpa, che ad oggi hanno dato assistenza a circa 150 animali, di cui oltre 60 gatti. Dopo giorni di sgomento, i volontari sono riusciti a far ricongiungere circa 80 animali con i loro proprietari, ma ancora oggi diversi di loro sono in stallo presso i Punti Veterinari del’Enpa.

vigili fuoco adottano cane salvato da terremotoCuccioli, adulti e animali anziani … nessuno di loro è stato risparmiato dal terremoto. Eppure ci sono storie che danno speranza, come quella del cucciolo di gatto salvato in cantina e adottato da un vigile del fuoco.

Piccole grandi storie di salvataggi che regalano un sorriso in questi giorni di paura. Ci siamo emozionati nel sentire la storia di Terremoto, un cucciolo di border collie salvato dalle macerie di Castelluccio di Norcia.vigili fuoco adottano cane salvato da terremoto

Ebbene sì, il suo nome è Terremoto, come ad esorcizzare la paura che questo termine porta con sè. Piccolo e indifeso, è stato curato dai Vigili del Fuoco e oggi sta bene. Il suo proprietario ha voluto rendere questa storia indimenticabile, regalando il piccolo ai Vigili del Fuoco perchè venga addestrato per diventare un cane da soccorso.

Abbiamo già scritto dell’importanza di corsi del genere e di quanto gli animali possono essere d’aiuto alle persone in queste situazioni, quindi l’idea che Terremoto, salvato dai Vigili del Fuoco, in futuro potrà salvare vite umane, ci sembra la migliore conclusione di una storia a lieto fine.

Ricordiamoci sempre della grandezza di questi nostri amici a quattro zampe, del loro immenso lavoro, spesso condotto senza sosta. Ricordiamocelo ogni volta che ne vediamo uno abbandonato e giriamo gli occhi dall’altra parte, o quando imponiamo divieti di accesso in locali e spiagge.

Auguri piccolo Terremoto, siamo certi che saprai distinguerti come cane da soccorso e grazie sin da ora per l’aiuto che darai per tutti noi.