Archivi categoria: Lo sapevi che?

Untitled-design (1)

Come affrontare lo stress da rientro dalle vacanze

Per molti Petlover le vacanze stanno finendo o sono appena giunte al termine. Ma siete pronti ad essere catapultati nuovamente nel solito tran tran quotidiano? Si dice spesso che ci vorrebbe un’altra vacanza per riprendersi dalla vacanza! Niente di più vero. Riprendere le abitudini di sempre è faticoso… e non solo per noi umani!

 Anche gli animali ne possono soffrire

Se avete un peloso, considerate che la sindrome da rientro può colpire entrambi. Come dovrete recuperare voi, anche lui dovrà riadattarsi alla normalità. Se infatti è rimasto a casa, considerate che avrà sentito la vostra mancanza. Mentre se è stato ospite a casa di un petsitter, oltre a dover metabolizzare la momentanea separazione da voi, si sarà dovuto ambientare a nuovi spazi e a nuove persone. Probabilmente avrà anche ricevuto una considerevole quantità di attenzioni: tante coccole, tante passeggiate, tanti momenti di gioco… che voi, anche se lo vorreste, non potrete più garantire essendo al lavoro o comunque fuori di casa tutto il giorno.

Mettetevi quindi il cuore in pace: anche il vostro peloso, come voi, dovrà riadattarsi alle abitudini di sempre: la sveglia che suona presto al mattino, meno attenzioni e momenti di gioco, molte ore da solo…

Si possono far condizionare dal vostro umore

Una volta tornato a casa, il vostro peloso potrebbe continuare a manifestare il suo disappunto per la lontananza e fare quasi l’offeso per il “torto” subìto o qualche piccolo dispetto (per esempio fare la pipì nella valigia che state risistemando). I cani e i gatti poi sono in grado di assorbire i vostri stati d’animo e le vostre emozioni: se da una parte siete felici perché vi siete ricongiunti con il vostro fedele amico, dall’altra potreste essere tesi e nervosi perché le vacanze sono finite e tutto è tornato come prima. E loro lo percepiscono.

come affrontare lo stress da rientro dalle vacanze

 

10 consigli per affrontare lo stress da rientro dalle vacanze

Non ci sono vere e proprie regole per imparare a gestire lo stress da rientro vostro e del vostro peloso, perché ognuno è un caso a sé. Ma ecco comunque alcuni consigli:

  • andate a dormire presto e possibilmente la stessa ora, magari dopo un bagno caldo o aver bevuto una buona tisana;
  • fate movimento per scaricare le tensioni: è sufficiente anche camminare a passo veloce per circa mezz’ora;
  • se state soffrendo il jet lag, potete riconquistare serenità assumendo della melatonina;
  • riprendete le normali attività in modo graduale, anche per quanto riguarda l’uso della tecnologia;
  • seguite una corretta alimentazione, che comprenda tanta frutta, verdura e acqua;
  • lasciate anche al peloso il tempo di cui ha bisogno per riprendere le abitudini di sempre: dovete fargli sentire la vostra presenza, che tutto è tornato come prima, ma senza forzare il normale corso delle cose. Se fa l’offeso, tipico dei gatti, lasciatelo tranquillo: prima o poi gli passerà!
  • abituate il peloso a stare di nuovo da solo in modo graduale, magari contattando un petsitter tramite l?app di Petme! (leggete Cerchi un petsitter? Tutti i buoni motivi per scegliere Petme);
  • non eccedete con troppe moine. Per esempio non esagerate con troppe coccole e attenzioni: potreste mettervi in una posizione di torto, mentre anche lui a modo suo dovrà capire che questi momenti fanno e faranno parte della vostra convivenza;
  • in situazioni più impegnative potete aiutarlo con ferormoni o integratori naturali consigliati dal veterinario;
  • lasciategli giochi o oggetti con cui scaricarsi.

come affrontare lo stress da rientro dalle vacanze

 

Non dimenticatevi poi che c’è sempre Petme!

Anche se oramai le vacanze estive sono solo già un ricordo, non vuol dire che non abbiate più bisogno di un petsitter, che può invece tornare utile per far sentire meno solo l’amico a quattro zampe i primi giorni, per riprendere a gestire l’ordinaria quotidianità (per esempio per le passeggiate quotidiane del vostro cane) e per spezzare la giornata se si sta fuori tutto il giorno per via del lavoro.

Tra i numerosi servizi offerti da Petme c’è per esempio la possibilità di richiedere un petsitter che svolga un servizio di tipo continuativo. E’ possibile infatti prenotare le passeggiate di volta in volta e nella quantità che preferite, di settimana in settimana o di mese in mese. Il calendario della prenotazione permette appunto di selezionare i giorni “a macchia di leopardo”.

Trattandosi di un impegno continuativo, dove a scegliersi saranno il vostro peloso e il petsitter, è importante conoscersi prima senza impegno per essere sereni e procedere con il petsitting in tutta tranquillità. Ci sono già diversi utenti che si sono rivolti a Petme e prenotano regolarmente, per esempio, il servizio continuativo di passeggiata con lo stesso petsitter, oramai diventato uno di famiglia (leggete 4 buoni motivi per cui è importante un pet sitter di fiducia).

Oltre al servizio di passeggiata è inoltre disponibile richiedere anche il servizio di asilo diurno, per chi non vuole che il proprio amore peloso, cane o gatto, resti mai da solo durante il giorno.

E, infine, da non dimenticare e sottovalutare che prenotando attraverso Petme potrete usufruire della copertura veterinaria gratuita (se invece non avete ancora la Polizza Rc scopritene di più su Troppe spese veterinarie o un morso a un estraneo? C’è l’assicurazione per cani e gatti).

E allora, cari Petlover, cosa aspettate a prenotare il vostro petsitter di fiducia anche durante l’anno? Non solo… iniziate a pensare anche ai ponti e alle festività… le richieste stanno già arrivando!

come affrontare lo stress da rientro dalle vacanze

assicurazione per cani e gatti

Troppe spese veterinarie o un morso a un estraneo? C’è l’assicurazione per cani e gatti

Per quanto vogliate bene al vostro amico peloso, sapete che, oltre ad essere fonte di sconfinato amore, rappresenta anche un impegno. E se è vero che ogni proprietario trova il suo equilibrio nella gestione delle incombenze e delle spese quotidiane, è altresì vero che spiacevoli imprevisti possono purtroppo sempre capitare: un problema di salute, una malattia seria, un incidente, un morso a un’altra persona…

E, purtroppo, di fronte a queste situazioni non è possibile far finta di niente: bisogna correre dal veterinario o richiedere la consulenza, se non l’intervento, di un legale per le questioni di responsabilità civile.

Sono momenti per nulla piacevoli che ci si augura non capitino mai! Non solo per il peloso, ma anche perché tali incidenti potrebbero arrivare a pesare negativamente sul bilancio familiare, e/o coinvolgervi in contenziosi legali.assicurazione per cani e gatti

Fai l’assicurazione per cani e gatti!

Ma niente paura. Oggi per fortuna pelosi e petlovers possono usufruire di una copertura civile e sanitaria, utile a prevenire o limitare significativamente i danni (ne avevamo già parlato in questo post Assicura il tuo peloso per un futuro di serenità) e che permette di affrontare possibili inconvenienti.

Quindi se volete garantirvi una convivenza serena e dormire sonni tranquilli accanto al vostro amore a quattrozampe, nonché avere la tranquillità di poterlo sempre curare senza problemi, non perdete tempo: assicuratelo e assicuratevi!assicurazione per cani e gatti

Linea per animali di Cattolica Assicurazioni

Ci sono oramai diverse compagnie assicurative che propongono polizze per l’amico a quattro zampe con prezzi a portata di tutti. Tra queste, Cattolica Assicurazioni che ha una linea specializzata per gli animali.

Quattro soluzioni a partire da 5 € al mese!

Cattolica Assicurazioni propone ai proprietari di cani, gatti e conigli quattro possibili scelte per tutte le tasche (puoi vederle, sceglierle e richiedere gratuitamente informazioni anche QUI):

· RC Vita Privata: per la casa e la famiglia, con solo 7,5 euro al mese potete ottenere rimborsi fino a 1.000.000 euro per danni che il peloso ha cagionato a terzi, come far cadere qualcuno o mordere sconosciuti;

· Standard: con solo 5 € al mese si possono ottenere rimborsi fino a 800 euro per spese veterinarie;

· Plus: con solo 10 € al mese è possibile ottenere rimborsi fino a 1.600 euro per spese veterinarie;

· XL: a partire da 12,50 € al mese inserendo peso ed età del tuo cane; questa soluzione estende ulteriormente le coperture previste dalla polizza Plus, includendo gli onorari medicoveterinari, gli accertamenti diagnostici e anche le eventuali spese di inumazione.

Stipulando un’assicurazione per cani e gatti potrete finalmente liberarvi da ogni preoccupazione. Purché, però, ricordate, il vostro pet sia iscritto all’anagrafe canina o felina, abbia compiuto almeno il sesto mese di età e non abbia più di otto anni.assicurazione per cani e gatti

Richiedi subito una consulenza!

Per maggiori informazioni potete compilare il modulo Assicurazioni per cani, gatti e conigli cliccando su questo link.

Un esperto assicurativo vi contatterà entro 48 ore per darvi gratuitamente tutte le informazioni necessarie e aiutarvi a scegliere la polizza che più si addice al vostro amico a quattro zampe!

E soprattutto, Petlover, non perdete tempo a proteggere voi e il peloso e prevenire così ogni imprevisto!

cucciolo-cane-foto

Un nuovo membro in famiglia

Voglio un cucciolo! esclama il vostro bambino, entusiasta all’idea di avere un fratellino a quattro zampe con cui giocare.

Regaliamole un cucciolo per il compleanno, quando volete sorprendere chi amate con un dono inaspettato.

Labrador retriever with leash  is waiting for walk.

Ma la verità è che quando si decide di accogliere in casa un animale non si dovrebbe mai farlo d’iistinto: allargare la famiglia con un amico a quattro zampe richiede una profonda riflessione, che investe innanzitutto voi, il vostro tempo e la capacità di mantenere fede ad una promessa. Sì, perchè quando si prende un animale gli si promette amore eterno e costante dedizione.

Un animale è un impegno, partiamo da questo assunto. Una rivoluzione simile a quella dell’arrivo di un bambino e non ci si può permettere di stancarsi per poi abbandonarlo.

Chiedetevi quindi se siete davvero pronti.

cucciolo-cane-fotoSarete in grado di trascorrere abbastanza tempo con il vostro cane? Quando sono cuccioli, i cani soprattutto hanno bisogno della vostra costante presenza. Dovranno imparare a fare i bisogni fuori di casa, dovranno socializzare e giocare.

Una volta cresciuti potranno rimanere in casa da soli anche per cinque o sei ore senza stressarsi, ma dovranno poi necessariamente uscire per una passeggiata e per i bisogni. Se lavorate a tempo pieno o la distanza dal lavoro richiede qualche ora in macchina vi converrà affidarvi ad un dog sitter che assicuri al vostro peloso la passeggiata quotidiana.

DOG

Non pensare ad una soluzione del genere porterà il vostro peloso a soffrire di noia e depressione: ricordate sempre che il cane è un animale sociale!

Esercizio fisico? Sì, ogni giorno!

cagnolino_corre_felice-620x350

Ogni cane deve fare almeno una corsa e due passeggiate al giorno.

Se i gatti se la cavano senza problemi rimanendo sempre a casa, esercitandosi da soli, il cane invece necessita di esercizio fisico regolare e sempre sotto la supervisione del proprietario, anche per evitare possibili problemi con altre persone o altri cani.

Fratelli bipedi, il segreto di una perfetta convivenza

wanderung-mit-hundAvete già dei figli o stanno per arrivare? Fate in modo che l’introduzione di nuovi membri sia graduale e ragionata, per evitare gelosie o convivenze difficili. Se ad esempio arriva un bambino provate a portare a casa dall’ospedale un berrettino o una tutina così che il vostro peloso ne impari l’odore e non viva l’arrivo del piccolo in casa come intrusione nell’ambiente domestico. Se invece avete già dei bambini e il nuovo arrivato ha quattro zampe, insegnate ai vostri piccoli che non si tratta di un giocattolo e pian piano, educateli a prendersi cura del cucciolo con passeggiate e somministrazione di cibo.

Educazione? Sì, grazie!

Anche il cucciolo più mansueto potrebbe avere problemi di comportamento e socializzazione. Affidatevi ad un educatore esperto che possa insegnargli i comandi di base. Un cane educato è un ottimo compagno di vita. Se invece sottovaluterete questo aspetto nel giro di poco vi ritroverete succubi del vostro animale rischiando così di avere il desiderio di disfarvene.

Siete pronti a gestire tutto questo? Oltre all’impegno fisico e psicologico non sottovalutate mai quello economico, pertanto quando vorrete prendere un animale con voi fermatevi a riflettere e fate la scelta giusta.

… Inutile dirvi che se sceglierete di avere un animale nella vostra vita preparatevi ad un’esistenza piena di gioia e colori!

shutterstock_148872464