Archivi categoria: News dal mondo peloso

paura-cane

Capodanno senza botti

Le ultime ore del 2016 fanno spazio al nuovo anno e tutti noi siamo pronti ad accogliere il 2017 pieni di speranze, buoni propositi e sogni da realizzare.

Cosa aspettarsi dal Nuovo Anno? Sicuramente la possibilità di godersi ogni giorno con il nostro peloso! E come tutti i veri petlover, il nostro augurio è che questo Capodanno sia libero dal fardello dei botti, usanza ancora troppo presente in tutte le regioni del Paese.

botti

Si stima che ogni anno a causa dei botti centinaia di animali siano vittime di incidenti, smarrimenti e patologie con cui dovranno convivere per il resto della loro vita.

Se l’uomo ha un udito con una percezione compresa tra le frequenze denominate infrasuoni, intorno ai 15 hertz, e quelle denominate ultrasuoni, sopra i 15.000 hertz, i cani e gatti, invece, dimostrano facoltà uditive di gran lunga superiori: il cane fino a circa 60.000 hertz mentre il gatto fino a 70.000 hertz.

img-cane-gattoQuesto significa che lo scoppio di un botto è capace di spaventare a morte i nostri pelosi. Come fare per cercare di ridurre al minino tali effetti o incidenti?

Innanzitutto crediamo che le istituzioni comunali e regionali debbano vietare in maniera assoluta l’uso dei botti nelle città italiane prevedendo sanzioni esemplari per i trasgressori.

Per noi che viviamo con i nostri amati pelosi ecco alcuni consigli per vivere al meglio la notte più lunga dell’anno senza problemi:

  • Non lasciare mai il cane all’aperto, preferire invece stanze piccole, magari lontane dalla strada o da zone dove qualcuno può sparare petardi.
  • E’ preferibile non lasciare l’animale da solo, ma se proprio non si può fare diversamente, rendere “viva” la stanza con un po’ di musica o televisione a basso volume e lasciare accesa la luce.
  • Se si è in casa, evitiamo di rassicurare cani e gatti ad ogni rumore coccolandoli: quello che per noi è un gesto di affetto provoca nel nostro peloso l’effetto contrario poiché suggerisce che c’è qualcosa che non va. Meglio continuare a chiacchierare normalmente sempre tenendo d’occhio i suoi movimenti.
  • Se l’animale si agita troppo o è anziano con problemi di natura cardiaca, farsi prescrivere dal veterinario dei fiori di bach, un rimedio naturale che potrete iniziare a somministrare al vostro peloso anche qualche giorno prima del 31 dicembre per favorire il rilassamento.

paura-k5hg-u10602740526323jab-700x394lastampa-it

Come diciamo noi di PetMe si può festeggiare responsabilmente e nel pieno divertimento senza per questo nuocere alla salute dei nostri animali, ma anche di persone anziane o con problemi cardiaci.

Cari petlover per voi l’augurio più grande e sincero per un 2017 pieno di soddisfazioni e gioie in compagnia dei vostri pelosi, e con noi sempre pronti a prendercene cura quando voi non potete!

Buon Anno 🙂

l_4dd8

 

shutterstock_519007351

Natale alle porte… cosa regali al tuo peloso?

E’ ufficialmente iniziato il periodo più bello dell’anno con luci e colori che donano ad ogni città il gusto della festa.

shutterstock_532015441Inizia la corsa ai regali e ogni anno è sempre più difficile trovarne di originali e utili, non solo per parenti e amici, ma anche per i vostri animali! Non sia mai che i nostri pelosi non ricevano graditissime sorprese!

Ecco allora qualche idea utile e divertente per rendere il Natale dei vostri pelosi un giorno indimenticabile:

shutterstock_237238045

Il vostro amico a quattro zampe è un gatto? Apprezzerà sicuramente una bella confezione di snack gustosi e mentre voi vi cimenterete nel pranzo di Natale, lui gusterà il vostro regalo.

Per i cani possiamo davvero scegliere tra un nuovo guinzaglio, una elegante pettorina oppure una rilassante seduta di toelettatura che farà risplendere il loro pelo.

shutterstock_532131394

Se invece in casa avete sia un cane che un gatto e non volete far torto a nessuno, l’idea di una spaziosa e calda cuccia è sempre la migliore.

shutterstock_519007351

Per i nostri pelosi ogni regalo è un dono immenso, ma ricordate sempre che la prima regola è quella di scegliere oggetti, giochi o accessori che favoriscano l’interazione tra voi e loro.

… Il regalo più gradito per i nostri pelosi siamo sempre noi!

terremoto-amatrice-enpa-animali-05

Ancora una volta, animali e terremoto

I fatti tragici del 24 agosto, come un incubo, sono tornati a scuoterci a due mesi di distanza con nuove scosse violentissime di terremoto. Le zone del Centro Italia sono preda di sciami sismici senza sosta e anche questa volta, oltre alle persone, anche gli animali ne pagano le conseguenze.

terremoto-amatriceAttive da subito le unità di soccorso dei volontari dell’Enpa, che ad oggi hanno dato assistenza a circa 150 animali, di cui oltre 60 gatti. Dopo giorni di sgomento, i volontari sono riusciti a far ricongiungere circa 80 animali con i loro proprietari, ma ancora oggi diversi di loro sono in stallo presso i Punti Veterinari del’Enpa.

vigili fuoco adottano cane salvato da terremotoCuccioli, adulti e animali anziani … nessuno di loro è stato risparmiato dal terremoto. Eppure ci sono storie che danno speranza, come quella del cucciolo di gatto salvato in cantina e adottato da un vigile del fuoco.

Piccole grandi storie di salvataggi che regalano un sorriso in questi giorni di paura. Ci siamo emozionati nel sentire la storia di Terremoto, un cucciolo di border collie salvato dalle macerie di Castelluccio di Norcia.vigili fuoco adottano cane salvato da terremoto

Ebbene sì, il suo nome è Terremoto, come ad esorcizzare la paura che questo termine porta con sè. Piccolo e indifeso, è stato curato dai Vigili del Fuoco e oggi sta bene. Il suo proprietario ha voluto rendere questa storia indimenticabile, regalando il piccolo ai Vigili del Fuoco perchè venga addestrato per diventare un cane da soccorso.

Abbiamo già scritto dell’importanza di corsi del genere e di quanto gli animali possono essere d’aiuto alle persone in queste situazioni, quindi l’idea che Terremoto, salvato dai Vigili del Fuoco, in futuro potrà salvare vite umane, ci sembra la migliore conclusione di una storia a lieto fine.

Ricordiamoci sempre della grandezza di questi nostri amici a quattro zampe, del loro immenso lavoro, spesso condotto senza sosta. Ricordiamocelo ogni volta che ne vediamo uno abbandonato e giriamo gli occhi dall’altra parte, o quando imponiamo divieti di accesso in locali e spiagge.

Auguri piccolo Terremoto, siamo certi che saprai distinguerti come cane da soccorso e grazie sin da ora per l’aiuto che darai per tutti noi.