Archivi categoria: News dal mondo peloso

cane e calore

Razze pericolose, cosa accade in Olanda?

Razze pericolose, quante volte ne abbiamo sentito parlare? Una lista decisamente lunga e che sempre di più richiede attenzione e cura del cane. Partiamo da un presupposto, non ci sono cani cattivi, ci sono solo razze che possono divetare più aggressive, ovviamente se stuzzicate o gestite con superficialità.

maxresdefaultDa noi è oramai obbligatorio l’uso del patentino, mentre in altri paesi si prendono misure più drastiche, come ad esempio in Olanda, dove si sta pensando seriamente di mettere al bando Pitbull Terrier, Rottweileer e i Pastori Caucasicim ritenuti pericolosi.

Dal prossimo anno infatti, i proprietari di circa una ventina di razze e dei diversi incroci di Pitbull dovranno sottoporsi ad una procedura obbligatoria, se desiderosi di  tenere con loro i cani: lo stato olandese ritiene infatti queste razze molto pericolose e predisposte alla violenza

razze-di-cani-pericolose-e1469091237671E’ in via di sviluppo anche un registro centrale in cui annotare tutti gli incidenti causati da cani, nonché una linea verde attiva sempre per segnalare la presenza di cani pericolosi in aree cittadine oppure proprietari che non li tengono in maniera sicura.

L’iniziativa ha creato molto scompiglio tra gli allevatori di cani, ma è soprattutto l’organizzazione no profit Dutch Animal Protection Charity Dierenbescherming che ha fatto sentire la sua voce attraverso una nota: “Non possiamo negare che il problema delle aggressioni esista. I canili sono pieni di cani, molti dei quali sono Pitbull e razze simili. Si tratta di cani che vengono spesso comprati d’impulso e che poi non sono stati addestrati correttamente”.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Come scritto, noi crediamo che non vi siano cani cattivi, semplicemente razze con cui occorre esperienza e buonsenso per una corretta gestione che eviti incidenti e problemi nella convivenza quotidiana.

 

shutterstock_275592005

Jasper e la magia delle sue tre zampe

Una storia speciale quella di Jasper, felino coraggioso e di rara dolcezza che ha fatto il suo ingresso nella prestigiosa Università di Cambrudge per aiutare centinaia di studenti a superare lo stress da esami.

Jasper è un gatto speciale non solo per la sua encomiabile missione, ma perchè il piccolo felino ha solo tre zampe: la sua è una storia di abbandono alla quale seguì un brutto incidente, che obbligò la Cats Protection, un’organizzazione per il benessere dei felini nel Regno Unito, a rimuovergli la zampa danneggiata pur di salvargli la vita.

Dopo l’intervento l’incontro con Simon Frost, vice bibliotecario presso l’Università di Cambridge, che decise di adottare il piccolo Jasper e portarlo con sè a lavoro: un amore a prima vista con gli studenti che ben presto si sono abituati a vederlo girare sornione tra gli scaffali, i volumi della Biblioteca e…. dormire sereno sulle copie del Financial Times.

Il felino Jasper è oggi la mascotte degli studenti di Cambridge e l’assenza di una zampa non sembra provocare alcun rallentamento nei suoi movimenti e tantomeno creargli problemi: è lui che riesce ad alleviare lo stress dei ragazzi, che spesso arrivano prima per studiare sereni accanto a lui.

E sempre a lui è dedicata la pagina Facebook Cambridge University Cat Club, oltre che a tutti gli studenti che sentono la mancanza dei loro gatti di casa.

1492593124_58f729e3afa5e.jpg (638×358)

Jasper è l’esempio di come un animale sia di fondamentale aiuto per gli esseri umani e non importa quante zampe si possiedano… il cuore grande dei pelosi è capace di fare di tutto!

amici1

Taiwan dice no alla carne di cane e di gatto

Taiwan è il primo paese asiatico a vietare la carne di cane.

E’ di poche ore la notizia diffusa dall’Enpa, per cui il Paese d’ora in poi proibirà con sanzioni fino a 250mila dollari taiwanesi (pari a circa 8.000 euro) il consumo di carne di cane e gatto.
cane_da_montagna_dei_pirenei_01-620x350
La nuova legge non solo sancisce il ruolo degli animali domestici nella società taiwanese come veri e propri compagni di vita ed elementi della famiglia, quindi non più cibo,  ma prevede anche un inasprimento delle pene per i reati di maltrattamento, con la reclusione fino a due anni e una multa fino a 60.000 euro.

Un esempio per un paese in cui il consumo di carne di cane e gatto è sempre stato elemento fondante della cultura culinaria.

153408065-dd7281fb-2cc3-4d33-9a71-89ba19a46ccdAnche dalla Corea arrivano notizie incoraggianti: infatti già nel dicembre del 2016 la città di Seongnam ha vietato la macellazione di cani a scopo alimentare, chiudendo il suo macello, il maggiore del paese.

Segnali positivi che però sono solo un inizio: in Cina, nella città di Yulin è ancora molto frequentato il festival della carne di cane che vede migliaia di quattrozampe sacrificati per l’occasione.

shutterstock_275592005Nonostante sia ancora lunga la strada verso il pieno rispetto dei nostri amici animali, ci sembra un ottimo modo di festeggiare con voi la Pasqua, perchè ogni volta che salviamo un animale rinasciamo come uomini migliori!