5 comportamenti curiosi nei Cani

Vi siete mai chiesti perché il vostro amico pelosetto si comporti in modo un po’ strano per noi umani? Ecco 5 comportamenti curiosi nei Cani.

Ci sono alcuni modi di fare canini che sono un po’ difficili da comprendere per noi, ma che sono generalmente normali per i nostri amici.

Rincorrere la propria coda.

Lo avrete di certo visto almeno qualche volta: in genere si tratta semplicemente di un gioco che il cane fa quando è annoiato. In altri casi, invece, sta richiedendo la vostra attenzione: distraetelo interagendo con lui e smetterà praticamente subito.

Se, però, si trattasse di un comportamento abituale, provate a parlarne con il vostro veterinario perché potrebbe essere la spia di un disturbo comportamentale.

Fare un cerchio prima di coricarsi.

Si tratta di un retaggio della sua natura selvatica, ossia quando i cani, e prima ancora i lupi, facevano un giro su se stessi per schiacciare l’erba e crearsi un giaciglio comodo.

Allo stesso tempo, con questo movimento controllavano che non ci fossero predatori in giro prima di accucciarsi. Quindi, quando gli vedete fare questo “rituale”, pensate al lupo che c’è ancora in lui!

Ululare

Se Fido è da solo in casa può darsi che ululi per chiamare il padrone o per manifestare il proprio disagio. A volte, però, è una risposta a determinati suoni come, per esempio, quello delle sirene che il cane percepisce come l’ululato di un altro cane. Se invece lo fa mentre stiamo cantando, è perché vuole cantare assieme a noi: che animo artistico, vero?

Leccare

Ecco uno dei primi comportamenti che il cucciolo apprende dalla sua mamma. Quando il nostro amico a 4 zampe ci lecca la faccia, vuole molto probabilmente dirci che ci vuole bene. Ma in altri casi, è un modo per prendere informazioni su di noi, attraverso i feromoni che emettiamo.

Attenzione: se il cane, invece, si lecca spesso il naso mentre lo stiamo accarezzando o siamo molto vicini lui, è un segnale di stress: ci sta dicendo che si sente a disagio e che vorrebbe mettere un po’ di distanza tra lui e noi. Tenetene conto e allontanatevi un po’!

Mangiare gli escrementi

La coprofagia è l’ingestione delle proprie feci o di quelle di altri animali. Di certo è un comportamento che ci fa abbastanza orrore, ma in realtà nel cane è un evento piuttosto comune che poggia le sue radici proprio nella domesticazione del lupo.

Infatti, sebbene non siano ancora del tutto chiare le ragioni per le quali i lupi siano stati scelti dall’uomo per una convivenza così lunga nel tempo, di certo si può ipotizzare che i primi cani abbiano avuto una funzione di spazzino. Infatti si nutrivano degli avanzi che trovavano ai margini dei villaggi, tenendo lontani topi e altri animali pericolosi.

Inoltre bisogna anche pensare al comportamento delle loro mamme: infatti, durante il periodo dell’allattamento, sono solite girare i loro cuccioli sulla schiena leccando loro il ventre e la zona dell’ano e dei genitali per stimolare la defecazione. Infine ne mangiano gli escrementi.

Quindi, se si considera che i cuccioli sono molto curiosi e che esplorano il mondo in tutti i suoi aspetti, non dobbiamo stupirci se mangiano gli escrementi per curiosità: tenete conto che in genere questo impulso scompare intorno ai 4 mesi di età. Invece, se la coprofagia riguarda i cani adulti, può essere la spia di una carenza alimentare, di un tentativo di attirare l’attenzione del padrone oppure di un disturbo del comportamento vero e proprio. In questi casi, parlatene con il veterinario per trovare una soluzione adeguata.

 

Marcella Valverde

Condividi :-)

Commenti