730animali

Nel tuo 730 tutte le detrazioni per le spese veterinarie

Tempo di 730, scatta la frenesia della dichiarazione dei redditi e anche le spese sostenute per i nostri pelosi diventano protagoniste di sgravi e detrazioni, ma quali sono le spese veterinarie detraibili nel 2017?

spese_mediche_animali_1Come sappiamo, sia nel modello 730 che nel Reddito Persone Fisiche per la dichiarazione dei redditi è possibile sfruttare la detrazione delle spese veterinarie sostenute per le cure dei nostri pelosi: innanzitutto occorre specificare che queste sono applicate agli animali legalmente detenuti, ovvero gli animali che hanno validi certificati e documentazione relativa al microchip o all’iscrizione ad un’anagrafe comunale, ad esempio, come accade per i cani.

Per gatti, furetti e altri animali che in genere non sono obbligati ad essere registrati sarà sufficiente il possesso del Pet Passport, ovvero una fattura d’acquisto o di un documento attestante l’adozione. Nel caso in cui il contribuente non sia in possesso di questi documenti i proprietari di animali possono effettuare una registrazione volontaria, ossia una dichiarazione di detenzione giuridica dell’animale.

animali-domestici-730x480

Sono invece esclusi dalle detrazioni gli animali tenuti nell’esercizio di attività commerciali o agricole o destinati alla riproduzione o consumo alimentare.

Quali documenti occorre presentare per la detrazione?

La detrazione delle spese veterinarie 2017 si riferisce alle spese per la cura di animali domestici effettuate nell’anno solare precedente, ossia nel 2016.

730caniPer poter effettuare regolarmente la detrazione delle spese veterinarie dalla dichiarazione dei redditi occorre avere lo storico delle fatture mediche rilasciate dal veterinario e gli scontrini relativi ad acquisti di farmaci effettuati in farmacia, ad esclusione di mangimi ed antiparassitari.

1432573330388.jpg--Ma come si calcolano le detrazioni?

Le spese veterinarie sono detraibili al 19% con la dichiarazione dei redditi 2017  ma è prevista la franchigia di 129,11 euro, cioè la detrazione viene calcolata sulla spesa che eccede la franchigia (quindi sulla somma che va oltre i 129,11 euro). Ricordiamoci comunque che il tetto massimo di spesa consentita per ottenere lo sconto IRPEF per animali domestici è pari a 387,34 euro.

Cosa aspettate petlovers? Raccogliete le vostre fatture e scontrini e contrattate un professionista che possa aiutarvi con la dichiarazione.

Condividi 🙂

Commenti