Razze pericolose, cosa accade in Olanda?

Razze pericolose, quante volte ne abbiamo sentito parlare? Una lista decisamente lunga e che sempre di più richiede attenzione e cura del cane. Partiamo da un presupposto, non ci sono cani cattivi, ci sono solo razze che possono divetare più aggressive, ovviamente se stuzzicate o gestite con superficialità.

maxresdefaultDa noi è oramai obbligatorio l’uso del patentino, mentre in altri paesi si prendono misure più drastiche, come ad esempio in Olanda, dove si sta pensando seriamente di mettere al bando Pitbull Terrier, Rottweileer e i Pastori Caucasicim ritenuti pericolosi.

Dal prossimo anno infatti, i proprietari di circa una ventina di razze e dei diversi incroci di Pitbull dovranno sottoporsi ad una procedura obbligatoria, se desiderosi di  tenere con loro i cani: lo stato olandese ritiene infatti queste razze molto pericolose e predisposte alla violenza

razze-di-cani-pericolose-e1469091237671E’ in via di sviluppo anche un registro centrale in cui annotare tutti gli incidenti causati da cani, nonché una linea verde attiva sempre per segnalare la presenza di cani pericolosi in aree cittadine oppure proprietari che non li tengono in maniera sicura.

L’iniziativa ha creato molto scompiglio tra gli allevatori di cani, ma è soprattutto l’organizzazione no profit Dutch Animal Protection Charity Dierenbescherming che ha fatto sentire la sua voce attraverso una nota: “Non possiamo negare che il problema delle aggressioni esista. I canili sono pieni di cani, molti dei quali sono Pitbull e razze simili. Si tratta di cani che vengono spesso comprati d’impulso e che poi non sono stati addestrati correttamente”.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Come scritto, noi crediamo che non vi siano cani cattivi, semplicemente razze con cui occorre esperienza e buonsenso per una corretta gestione che eviti incidenti e problemi nella convivenza quotidiana.

 

Condividi 🙂

Commenti