Zosia, la cagnolina che dona affetto a persone disabili

shutterstock_280491962La storia di Zosia è una di quelle storie capaci di commuoverci, ma anche di infonderci coraggio e fiducia.

Cucciola, fu investita da un treno, per salvarla le vennero amputate le zampe posteriori e la coda. Da quel momento tutto sembrava perduto, la sua stessa vita, che iniziò a trascorrere chiusa in un canile in Florida.

Ma come avviene nelle favole a lieto fine, un giorno la presidente del rifugio Pit Sisters, Jennifer Deane, si imbattè in quel canile e negli occhi di Zosia: fu amore a prima vista e da quel momento una nuova famiglia iniziava a nascere. Il caso di Zosia, un pò come quello nostrano di Palla, fece da subito il giro dei media locali, tanto che vi fu una mobilitazione generale per acquistarle un carrellino e darle di nuovo la possibilità di camminare libera.

zosia
photo credit @LaStampa

E il meglio doveva ancora arrivare! Grazie all’incontro con Erica Koflin, volontaria dell’associazione I Am Adaptive, che si occupa di supportare gli atleti con disabilità, Zosia ne divenne una meravigliosa mascotte, rappresentando un esempio di coraggio e tenacia.

Gli atleti colpiti da disabilità vivono momenti estremamente difficili e complessi, lo sappiamo bene, ma dal giorno in cui Zosia è entrata in contatto con loro, riesce a sollevarli dal peso della loro condizione, insegnando quanto la vita può essere bella anche nella situazione più triste.

zosia2
photo credit @LaStampa

Zosia è l’ennesimo animale capace di insegnare all’uomo cosa siano la forza, il coraggio e la generosità. Mutilata dopo un incidente, ha donato la sua esperienza affinchè altri ne traessero un sollievo, uno sguardo di conforto, di quelli che solo un cane sa dare.

Zosia rischiava di vivere una vita chiusa in canile. Ha trovato chi l’ha accolta e amata, nonostante il suo corpicino martoriato, e ha pensato a sua volta di donare amore. La bellezza spesso è davvero contagiosa!

Condividi 🙂

Commenti