ministero-salute-per-cani

Ciao, sono Daniela, la pet sitter del mese di Aprile!

Maggio è arrivato, portando i primi tramonti da ammirare e una nuova Super Pet Sitter da scoprire insieme a voi. Recensioni a 5 stelle ne hanno fatto la nuova pet sitter del mese e noi abbiamo voluto farle qualche domanda per conoscerla meglio!

FOTO 1 029

Come è nato il tuo desiderio di diventare pet sitter?

È nato per puro caso. E in genere le cose che nascono per caso sono sempre le migliori. Un giorno un’amica mi disse: “Ma se ami così tanto gli animali, perché non ti iscrivi su Petme?”. E io le risposi: “Che cos’è?”. E da lì mi si è aperto un mondo. Un bel mondo. Mi sono iscritta senza grandi pretese, più per gioco che per altro, perché non ero consapevole delle potenzialità di questa piattaforma.

All’inizio non ricevevo molte richieste perché ero nuova e dovevo ancora farmi conoscere. Poi piano piano sono arrivati i miei primi pelosi. E mi sono resa conto che allora era una cosa seria! E oggi a volte, con tanto rammarico, devo rifiutare alcune richieste perché non riesco a gestirle tutte, soprattutto se devo ospitare il peloso a casa mia.

18121709_10212825421854454_6302085328540141623_o

Quando ti affidano un animale quali sono le precauzioni che adotti per prendertene cura?

Mi metto sempre nei panni del proprietario. So cosa vuol dire avere un animale e affidarlo ad altri, dato che ho sempre avuto, in particolare, molti gatti. Quando vivevo a Torino nella casa di famiglia con giardino e alberi adottavo tutti i gatti randagi, in pratica avevo una colonia felina a casa mia. Ero arrivata a quota otto. Poi è arrivato Fragolino, il gatto della mia vita, con cui ho vissuto 17 anni e che venne con me quando mi trasferii a Milano, poi all’estero, e poi di nuovo a Milano, e cui ho dedicato un post del mio blog (il link è anche nel mio pet profilo).

Anche io quando andavo in vacanza dovevo affidarlo a qualcuno e talmente ero ansiosa che alla fine si ritrovò con tre badanti! Quindi, tengo sempre aggiornato il padrone con messaggi, foto e video, tutti i giorni. E forse a volte esagero, tanto che una volta un proprietario, sorridendo, mi disse che un messaggio una volta al giorno era più che sufficiente perché oramai sapeva che il micio con me stava bene. Però per me è importante far star bene l’animale e rassicurare il proprietario.

17917607_10212717949687717_7560652230905213332_oPosso dire una cosa? Tutti gli animali dormono con me nel letto.

Non concepisco un letto senza un gatto. Con i cani ci provo a farli stare nella loro cuccia, ma poi vincono sempre loro: non sono così difficile da prendere in giro! Mi attengo poi scrupolosamente alle indicazioni del proprietario per quanto riguarda per esempio le modalità di somministrazione della pappa. Ma soprattutto lo coccolo tantissimo, e non lo lascio mai solo, grazie anche al fatto che sono spesso a casa.

Essere una pet sitter di PetMe cosa significa?

Significa unire l’utile al dilettevole, la passione per gli animali al lavoro. Non posso nascondere che Petme è per me anche una fonte di guadagno. E la cosa bella è che vengo pagata per fare ciò che mi piace. Cosa si può desiderare di più dalla vita? Io sono una veterinaria mancata.

Mia mamma mi diceva che ero malata, perché non era normale amare così tanto gli animali. Io li amo tutti, nessuno escluso. Purtroppo non ho mai avuto il coraggio di aprire la pancia a un micio. Anche se oramai ho superato gli anta, nutro ancora il sogno di salvare tutti gli animali del mondo. Per i miei gatti ho lasciato due possibili mariti! Gli animali danno tanto e insegnano tantissimo. Ci sono molti libri in merito.

18121362_10212845800203900_4441553012342580759_o

Dal gatto per esempio (sì, insomma, avete capito che ho un amore folle per i gatti) si può imparare a prendersi cura del proprio corpo. Loro dedicano la maggior parte della giornata a lavarsi e a riposare. E quando si svegliano fanno stretching, quello che dovremmo fare noi ogni mattina al risveglio per evitare di rimanere incriccati.

Come pet sitter di Petme poi ho avuto tante occasioni di conoscere belle persone, i proprietari dei pelosi. Con alcune di loro è nata una bella amicizia e anche forme di collaborazioni in altri settori. Guadagni, coccole, amore, relazioni… tutto questo grazie a Petme!

Sei stata eletta come pet sitter del mese grazie alle ottime recensioni avute dagli utenti. Svelaci il tuo segreto per essere una pet sitter modello.

mac-vincitori-398x270

Serietà, puntualità, professionalità, correttezza, onestà intellettuale, amore folle per gli animali.

Se il proprietario mi dice che devo essere a casa sua alle otto del mattino perché è a quell’ora che il micio mangia, sono lì alle otto, non quando ho voglia di andare. Non solo. Quando arrivo mando foto affinché il proprietario possa sincerarsi di tutto. Per me prima di tutto viene il bene dell’animale, poi tutto il resto. Per molti pelosi casa mia è diventata una seconda casa, la loro casa delle vacanze.

Anche loro devono fare vacanza, no? Gli animali percepiscono tutto e non è insolito che i miei pelosi si adattino subito senza problemi. Alla fine l’amore muove l’universo!

E voi petlovers, cosa aspettate a conoscere Daniela e affidarle i vostri pelosi? Leggete qui il suo profilo

Condividi 🙂
cibi dannosi per cani

Quando benessere fa rima con malattia

Ebbene sì, anche i nostri pelosi si ammalano di benessere, proprio come noi, che siamo sempre più sedentari e mangiamo spesso senza sapere bene cosa.

L’obesità, che a tutti gli effetti è definita come patologia, colpisce oggi un numero crescente di animali, a causa soprattutto di un’errata alimentazione e troppa sedentarietà.

81067686Quando siamo a tavola e il nostro Fido ci guarda con occhi disperati alla ricerca di cibo, dobbiamo essere consci del fatto che ogni assaggio fuori pasto è per lui fonte di malessere: un cane deve mangiare due volte al giorno, anche per i lunghi tempi digestivi (circa 7/8 ore), e soprattutto il nostro cibo contiene elementi dannosi per la sua salute.

Altro tema fondamentale è quello del movimento.

cane-obesoProprio come accade per noi esseri umani, a cui i medici raccomandano di non rinunciare mai al movimento , lo stesso vale per i pelosi.

Correre, passeggiare sono toccasana per i nostri cani, che, seguiti da una dieta bilanciata, possono mantenersi in forma.

Non sottovalutate mai i problemi di peso. Questi sono fonte di possibili danni al cuore, all’apparato digerente e respiratorio.

cani_gatti

Quando decidete di sterilizzare il vostro peloso fatevi guidare dal veterinario per la dieta migliore da seguire, visto che l’operazione spesso porta ad un aumento di peso.

Infine, per voi dall’animo gattaro, sappiate che i felini, poco dediti al movimento, sono predisposti a patologie come il diabete, pertanto sarà indispensabile provvedere ad un’adeguata alimentazione e un corretto stile di vita.

Ricordate sempre che un animale sano è fonte di benessere anche per noi e che un animale sano rimarrà a lungo il vostro compagno di vita.

 

Condividi 🙂
shutterstock_275592005

Jasper e la magia delle sue tre zampe

Una storia speciale quella di Jasper, felino coraggioso e di rara dolcezza che ha fatto il suo ingresso nella prestigiosa Università di Cambrudge per aiutare centinaia di studenti a superare lo stress da esami.

Jasper è un gatto speciale non solo per la sua encomiabile missione, ma perchè il piccolo felino ha solo tre zampe: la sua è una storia di abbandono alla quale seguì un brutto incidente, che obbligò la Cats Protection, un’organizzazione per il benessere dei felini nel Regno Unito, a rimuovergli la zampa danneggiata pur di salvargli la vita.

Dopo l’intervento l’incontro con Simon Frost, vice bibliotecario presso l’Università di Cambridge, che decise di adottare il piccolo Jasper e portarlo con sè a lavoro: un amore a prima vista con gli studenti che ben presto si sono abituati a vederlo girare sornione tra gli scaffali, i volumi della Biblioteca e…. dormire sereno sulle copie del Financial Times.

Il felino Jasper è oggi la mascotte degli studenti di Cambridge e l’assenza di una zampa non sembra provocare alcun rallentamento nei suoi movimenti e tantomeno creargli problemi: è lui che riesce ad alleviare lo stress dei ragazzi, che spesso arrivano prima per studiare sereni accanto a lui.

E sempre a lui è dedicata la pagina Facebook Cambridge University Cat Club, oltre che a tutti gli studenti che sentono la mancanza dei loro gatti di casa.

1492593124_58f729e3afa5e.jpg (638×358)

Jasper è l’esempio di come un animale sia di fondamentale aiuto per gli esseri umani e non importa quante zampe si possiedano… il cuore grande dei pelosi è capace di fare di tutto!

Condividi 🙂