Dopo un incidente stradale il mio gatto è aggressivo, perchè?

CAM00554
Dott. Corrado Claudio Monzani n° 1614 Ordine dei Medici Veterinari di Milano

Elsa ha vissuto un momento difficile quando il suo gatto Ercole è stato vittima di un incidente stradale. Ora sta meglio, ma mostra segni di aggressività, come mai? E i suoi due cagnolini come mai si stanno lasciando andare? Risponde ai suoi dubbi il Dott. Corrado Monzani, specialista veterinario.

Buonasera Dottore, il mio Ercole di 11 anni è stato investito mesi fa. Sta recuperando con la frattura alla zampa, ma è da un pò di giorni che è diventato molto aggressivo. Non solo con gli altri animali di casa ma con me che mi sono sempre occupata di lui. Morde, soffia e graffia: mi chiedo se l’incidente non abbia provocato uno scompenso a livello neurologico o semplicemente è un sintomo di paura.
Chica è la mia pincherina, anche lei oramai vecchietta. Accanto a lei c’è sempre Rudy, suo figlio: noto che Chica si sta lasciando un pò andare, forse per l’età e perchè è vicina la sua morte. Allo stesso tempo anche Rudy sembra essere molto giù e abbattuto e come lei non mangia: come è possibile visto che lui è giovane e in salute?
— — — — — —



Gentile Elsa, dagli atteggiamenti che mi descrive è probabile che Ercole sia in uno stato di difesa. Può essere dovuto ad un eventuale deficit motorio ancora presente o ad eventuale dolorabilità alla zampa. Ovviamente il trauma da lui subito e le conseguenti cure hanno cambiato in lui il modo di relazionarsi con Lei e con gli altri animali. E’ comprensibile quindi dover aspettare la piena guarigione (ove possibile) per poi, se l’atteggiamento persiste, intervenire con una terapia comportamentale.

shutterstock_316095257

Per Chica e Rudy e’ probabile che il “piccolo” si stia adeguando ai tempi e modi di vita di Chica evitando di infastidirla, visto che la sua vita di relazione sta diminuendo.
La vecchiaia  in sè non è una malattia, ma è ovvio che i problemi ad essa legata come dolori artrosici, inappetenza, poca mobilità puo’ portarci a dire ” si sta lasciando morire”.

Bisognerebbe escludere patologie insorte negli ultimi periodi e valutare “vecchi ” acciacchi per poterla aiutare  per una vecchiaia serena.

Se Rudy è in buona salute come mi scrive, è possibile solo che si tratti di un problema di relazione e può essere utile impegnarlo in attività di gioco  individuale o di passeggio per cercare di farlo uscire dal suo torpore. 

shutterstock_47637955

Condividi 🙂

Commenti