E se il mio cane soffrisse di displasia dell’anca?

CAM00554
Dott. Corrado Claudio Monzani n° 1614 Ordine dei Medici Veterinari di Milano

Due cagnolini e uno splendido cucciolo che però cammina in maniera strana. Perchè unisce le zampe? E, soprattutto, perchè sembra faccia fatica a muoverle? Michele ne scrive al Dott. Corrado Monzani, specialista veterinario, che risponde alle sue domande.

Buonasera Dott. Monzani, mi chiamo Michele e ho la fortuna di avere due meravigliosi cani in casa con la mia famiglia: Ares di 8 anni e Pier, cucciolone di 6 mesi, vivace e dolcissimo, ma con qualche problema di deambulazione. Sembra infatti camminare con difficoltà, ma soprattutto tende a mettere le zampe unite.Potrebbe essere possibile che sia una displasia dell’anca? E come poterla accertare, nel caso? Le chiedo anche un consiglio sull’igiene dei miei amici a quattrozampe: hanno una cute molto delicata e ho sempre paura ad utilizzare prodotti che possano irritarli. Me ne consiglia qualcuno per evitare allergie e problemi al pelo? Infine, approfittando della sua gentilezza, le chiedo se c’è un’età ideale per procedere con l’intervento di castrazione. Pier ha solo 6 mesi, magari è troppo giovane? La ringrazio per l’aiuto che potrà darmi e i suoi preziosi suggerimenti per i miei cani.
— — — — — — — —
Buonasera Michele, rispondo subito ai suoi dubbi.

Pier, viste anche le problematiche di deambulazione, deve sicuramente, ed in breve tempo, essere sottoposto a radiografie, che le raccomando di effettuate in sedazione, per l’esclusione di patologie alle anche ed ai gomiti. Normalmente le radiografie si effettuano verso i 5-6 mesi e, per conferma diagnostica, al compimento dell’anno di età.

Per quanto riguarda eventuali dermatiti, bisogna prima valutare la causa (parassitaria, batterica, allergica) per una cura mirata. Se è solo per un discorso preventivo, ci sono in commercio prodotti, tra cui shampoo o schiume, che “rispettano” cute e pelo dando sollievo all’animale. Le raccomando di non esagerare con la frequenza dei bagni se non strettamente richiesti da una terapia specifica.

Per la castrazione dipende anche dalla razza del cane (raggiungono la maturità sessuale in tempi diversi) e dal comportamento  di Pier nei confronti dell’altro cane (dominanza). Parlando con il suo veterinario stabilirà la data, in breve tempo, per l’intervento.

shutterstock_260261237

Condividi 🙂

Commenti