Taiwan dice no alla carne di cane e di gatto

Taiwan è il primo paese asiatico a vietare la carne di cane.

E’ di poche ore la notizia diffusa dall’Enpa, per cui il Paese d’ora in poi proibirà con sanzioni fino a 250mila dollari taiwanesi (pari a circa 8.000 euro) il consumo di carne di cane e gatto.
cane_da_montagna_dei_pirenei_01-620x350
La nuova legge non solo sancisce il ruolo degli animali domestici nella società taiwanese come veri e propri compagni di vita ed elementi della famiglia, quindi non più cibo,  ma prevede anche un inasprimento delle pene per i reati di maltrattamento, con la reclusione fino a due anni e una multa fino a 60.000 euro.

Un esempio per un paese in cui il consumo di carne di cane e gatto è sempre stato elemento fondante della cultura culinaria.

153408065-dd7281fb-2cc3-4d33-9a71-89ba19a46ccdAnche dalla Corea arrivano notizie incoraggianti: infatti già nel dicembre del 2016 la città di Seongnam ha vietato la macellazione di cani a scopo alimentare, chiudendo il suo macello, il maggiore del paese.

Segnali positivi che però sono solo un inizio: in Cina, nella città di Yulin è ancora molto frequentato il festival della carne di cane che vede migliaia di quattrozampe sacrificati per l’occasione.

shutterstock_275592005Nonostante sia ancora lunga la strada verso il pieno rispetto dei nostri amici animali, ci sembra un ottimo modo di festeggiare con voi la Pasqua, perchè ogni volta che salviamo un animale rinasciamo come uomini migliori!

Benvenuta primavera … ma no alla filariosi!

Arriva la bella stagione, le giornate si allungano e torna la filariosi

Una malattia parassitaria presente tutto l’anno, ma che con la primavera, i primi caldi e le zanzare aumenta in modo esponenziale la sua pericolosità per i nostri pelosi!

imageCome avviene il contagio? In maniera semplice, quasi banale, attraverso la puntura delle zanzare, normali o tigri. Da un animale malato, punto da una zanzara, si trasmette ad uno sano grazie alla puntura della stessa zanzara oramai infetta. Nel peloso malcapitato si annidano le microfilarie che pian piano si spostano verso il cuore.

Giunte a maturazione le filarie possono raggiungere i 30 cm di lunghezza provocando danni all’arteria polmonare, alla vena cava inferiore e al cuore: possono vivere nei nostri animali fino a 7 anni, ma possono provocarne la morte ben prima!

prevenire+filariaIl problema è che la filariosi è asintomatica, pertanto non saremo mai in grado di riconoscerne i primi sintomi, questi arriveranno tardi, a cuore oramai danneggiato e saranno visibili tramite tosse, spossatezza e difficoltà nel camminare del nostro peloso. Quando ci sarà l’intervento del veterinario dovremo pensare o ad un’operazione chirurgica molto delicata, nei casi più gravi, o ad una cura a base di melarsomina, sostanza capace di uccidere i parassiti.

E noi cosa possiamo fare?

cut1318339218893Regola fondamentale, PREVENZIONE!

Nei primi giorni di inizio primavera possiamo mettere i nostri pelosi a ripario con vaccini, collari o gocce spot on. Tutto dipende da noi e dalle reazioni dei nostri amici a quattro zampe: l’importante è essere costanti con la prevenzione. I vaccini hanno una durata di 1 anno, le gocce vanno messe sulla zona dorsale sporadicamente e i collari ben stretti così da aderire al manto.

Vi sono poi le regole del buon senso, evitare di portare il nostro cane in giro nei momenti di maggior affluenza delle zanzare, quindi non al tramonto o all’imbrunire, oppure destinare a lui un’area fresca della casa, soprattutto se a pelo raso.

filariosi-cane-e-gattoPrendiamoci cura dei nostri pelosi… il loro benessere è il nostro benessere!