Anche in Abruzzo gli angeli a quattro zampe

Da giorni il Paese segue con il fiato sospeso le tristi vicende dell’Abruzzo, terra di mare, sole e montagna, già duramente provata dal terremoto del 2009 ed oggi di nuovo protagonista di una grande tragedia, la valanga che ha travolto l’albergo Rigopiano a Farindola, comune in provincia di Pescara.

Da ore, senza alcuna sosta, i soccorritori stanno cercando di recuperare quante più persone possibili e, dopo le prime tre vittime, le speranze sono drasticamente diminuite. Ma la speranza è l’ultima a morire ed è di poche ore fa l’annuncio del ritrovamento di otto persone vive. 

CNSAS-cinofili

Gioia infinita per tutti e anche questa volta, come per Amatrice lo scorso agosto, è stata fondamentale la presenza dei cani.

Cani addestrati per soccorrere le persone in casi di sciagura: terremoti, valanghe e smarrimenti. Oggi i soccorritori, intenti a scavare nella neve, alta quasi due metri, hanno potuto contare sulla preparazione dei propri cani e dare una nuova speranza a tutti noi.

20100503082319Abbiamo più volte parlato dei cani da soccorso e del loro immenso valore, ma ogni volta ci sembra giusto ricordare quanto siano importanti e quanto si debba loro profonda gratitudine.

Cani che si mettono a disposizione di vite umane da salvare, senza indugi e per infinite ore: una dedizione del genere è tipica degli esseri a quattro zampe. 

Oggi sono stati recuperati anche due bambini e la loro salvezza è la più grande gioia per ognuno di noi. Ci auguriamo che diventino grandi, uomini capaci di amare e rispettare gli animali, cittadini che si impegnino ogni giorno per costruire un Paese sempre più a portata di pelosi.

Grazie eroi a quattro zampe!

377_1524_ricerca_con_i_cani

Condividi :-)

Commenti