I sintomi del colpo di calore nei cani e gatti

Nell’articolo  sui colpi di calore in casa per i cani e gatti ci siamo soffermati su alcune regole guida per proteggere i nostri “pelosetti” dal caldo estivo.

I sintomi del colpo di calore nei cani e gatti

Se temete che il vostro pelosetto sia in ipertermia, non perdete tempo perché si tratta di un’emergenza medica e va contattato subito il veterinario.

Fatto ciò, è di fondamentale importanza che venga abbassata la sua temperatura corporea tramite efficaci misure di raffreddamento, in modo da evitare il rischio di danni seri agli organi vitali. Diversamente, se per esempio il cane dovesse raggiungere i 40-43 °C (invece dei normali 38,5 °C) potrebbe entrare in coma e rischiare di morire in brevissimo tempo.

Ecco i sintomi più evidenti da tenere sotto controllo.

  • Respirazione accelerata.
  • Alta temperatura corporea interna.
  • La cavità orale e le mucose sono appiccicose a causa della respirazione affannosa e dell’estrema disidratazione. Ci può anche essere ipersalivazione.
  • Mucose iperemiche (per esempio, le gengive appaiono arrossate anziché rosee).
  • Atassia (movimenti scoordinati), difficoltà a camminare, tremori, intorpidimento, perdita di coscienza, crisi convulsive e persino coma.
  • Vomito, diarrea, melena (sangue nelle feci). In animali sani che sono stati sottoposti a sforzi fisici intensi potrebbe presentarsi un’urina scura detta “color Coca Cola”.
  • Irrequietezza e guaiti.

Cosa fare?

Ci sono molti rimedi per raffreddarlo, alcuni dei quali, però, da evitare. Secondo alcuni veterinari, infatti, non si deve immergere il peloso in una vasca piena di ghiaccio perché il gelo provoca una costrizione dei vasi sanguigni, impedendo così al sangue di scorrere normalmente e facendo aumentare la temperatura interna. Per non sbagliare, ecco, allora, le azioni più indicate.

  • Portate l’animale in un luogo fresco e, possibilmente, climatizzato.
  • Misurategli la temperatura almeno ogni 15 minuti: se sono evidenti i segni del colpo di calore, raffreddatelo prima di portarlo dal veterinario.
  • Bagnate con acqua fresca, non gelida, i cuscinetti delle zampe e applicate degli impacchi di acqua fredda sulla zona inguinale e sulla testa.
  • Se non fosse sufficiente, immergete l’animale in una vasca d’acqua fresca al massimo uno o due minuti.
  • Una volta tirato fuori dalla vasca, tamponatelo con un asciugamano e puntategli contro un ventilatore in modo che l’evaporazione dell’acqua favorisca l’abbassamento della temperatura corporea.

Una volta scesa la temperatura corporea, portate il vostro amico a 4 zampe dal veterinario per fare tutti gli accertamenti necessari in questi casi.

 

 

Condividi 🙂

Commenti